Strumenti per lavorare il legno senza la fresatrice

Strumenti per lavorare il legno senza la fresatrice

Come lavorare il legno senza la fresa

Le frese per legno consistono in degli strumenti essenziali per la lavorazione di questo materiale ed esistono in differenti tipologie. In particolare, vengono utilizzate sia da professionisti sia da amanti del fai da te e a cui piace sperimentare e creare nuovi oggetti utili con il legno al fine di utilizzarli.
Si può pensare che la fresa per legno sia essenziale per la lavorazione di tale materiale ed è effettivamente lo strumento più comune e semplice da utilizzare al fine di avere dei risultati ottimali, ma non è il solo a poter essere utilizzato e che garantisce prodotti finali soddisfacenti e di ottima qualità.
Nello specifico è possibile ricreare delle scalanature sul legno in differenti modi e al posto di utilizzare la fresa è possibile utilizzare la sega da banco.
Quest’ultima può infatti facilmente sostituire le frese per legno professionali al fine di creare delle scanalature perfette, a condizione che si utilizzi l’apposita lama dado.
E’ possibile scegliere differenti tipologie di lame, come quelle che oscillano o quelle che risultano impilate. Ognuna di queste è adeguata per la loro funzionalità, quindi si può scegliere il modello di lama basandosi sulle proprie esigenze e preferenze.
La recinzione inoltre non risulterà del tutto precisa quando le lame verranno installate, pertanto si raccomanda di misurare la distanza tra la recinzione e il bordo delle lame usate al fine di avere un buon risultato.
Se infatti la misura non viene presa correttamente è possibile che vi siano delle imperfezioni sul legno.

Piano di battuta

Un ulteriore strumento utilizzato sia da professionisti sia dagli amanti del fai da te consiste in un metodo più tradizionale, utilizzato prima delle frese per legno. Nello specifico è possibile utilizzare un piano di battuta finalizzato a creare delle scalanature.
E’ possibile scegliere questi strumenti in differenti materiali, come metallo o legno, a seconda delle proprie esigenze.
Inoltre sono realizzati in differenti dimensioni per garantire un lavoro perfetto per ciascun materiale su cui lavorare, senza imperfezioni.
Le battute sono utili in quanto consentono di creare le scalanature in tutte le zone del legno e se non si è degli esperti nel loro utilizzo è possibile utilizzare delle apposite recinzioni o in alternativa bloccare il bordo dritto. Quest’ultimo trucco serve a non rendere la linea storta.

Scalpello e dremel

Infine sono presenti ulteriori strumenti tradizionali, finalizzati a lavorare il legno senza l’utilizzo delle frese per legno. In particolar modo uno dei metodi più tradizionali e conosciuti è lo scalpello: è uno strumento particolarmente utilizzato anche nell’antichità e consente comunque di avere risultati di qualità.
E’ necessario un maggior tempo di lavorazione per avere dei risultati e la giusta manualità. L’utilizzo dello scalpello è riservato a chi riesce a utilizzarlo con cura, proprio perché è molto semplice fare degli errori e rischiare di creare delle imperfezioni sul legno. Si consiglia quindi di lavorare il legno alla giusta profondità e prestare costante attenzione durante l’utilizzo.
Un ulteriore dispositivo volto al taglio della scalanatura è il dremel, noto anche come uno strumento più difficile da utilizzare e che serve a creare piccoli tagli. E’ noto per essere di piccole dimensioni e più complicato da utilizzare rispetto a una classica sega da banco.
Date le loro piccole dimensioni può essere consigliabile evitare di utilizzarlo se si è dei principianti in quanto è possibile compiere facilmente errori.
Inoltre per completare un lavoro ci si impiega molto tempo e non è adeguato per chi non ha particolari esigenze. A seconda del lavoro che si intende svolgere è possibile scegliere il dispositivo che fa più al caso proprio.